CONFERENZA STAMPA SULLA RICERCA SCIENTIFICA NEL CAMPO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI

Dalla seconda metà degli anni ’80 lo sviluppo dei concetti espressi dalla Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia ha determinato un cambiamento di prospettiva nell’interpretazione delle funzioni biologiche dell’organismo umano: l’attenzione è stata da quel momento in poi posta sul ruolo giocato dalle “molecole messaggere”, aprendo così la strada a quella che sarebbe potuta essere una nuova soluzione in ambito terapeutico, ovvero l’uso di queste molecole come farmaci per riportare l’organismo ammalato al proprio equilibrio naturale e alle sue originarie condizioni fisiologiche.

Gli ultimi anni di ricerca scientifica nel campo della Low Dose Medicine – nella quale l’Italia è all’avanguardia – hanno dimostrato la validità dell’approccio concettuale e l’efficacia e la sicurezza dell’intervento terapeutico basato sulla somministrazione orale di basse dosi di “molecole messaggere” attivate: oggi possiamo affermare che la letteratura scientifica sostiene l’approccio terapeutico della Low Dose Medicine, e che essa non è più e solo un’affascinante “teoria scientifica”, ma può rappresentare la base per lo sviluppo di un nuovo paradigma medico, basato sulla possibilità di ridurre al minimo gli effetti collaterali del farmaco.

Tale paradigma deve diventare la stella polare del trattamento terapeutico: “Primum nihil nocère” è il comandamento dei padri della Medicina, e mai affermazione è stata più vera, ma senza far venir meno l’evidenza dell’efficacia, della quale è resa piena testimonianza nel volume “Low Dose Medicine, Omeopatia e Omotossicologia: le prove scientifiche di efficacia”, presentato oggi nella sua nuova edizione.

La Ricerca di base e clinica condotta fino ad oggi, e di cui si è dibattuto grazie all’apporto di autorevoli esperti e specialisti in questa conferenza stampa, sta disegnando scenari molto incoraggianti: terreno fertile in molti ambiti, da quello pediatrico, a quello immunologico e delle infezioni ricorrenti, a quello endocrinologico, dalle alterazioni della pubertà alla patologia tiroidea, fino a quello allergologico.

Forse più che ad un traguardo siamo oggi all’inizio di un cammino: la formula vincente sarà quella di assumere un atteggiamento laico e non ideologico, osservare, misurare e riprodurre. In altre parole: continuare – e finanche aumentare – l’impegno e gli investimenti nella Ricerca, non entusiasmarci troppo per i risultati positivi e non abbatterci per quelli deludenti, e pensare che – con la Low Dose Medicine – possiamo e potremo sempre di più disporre di una Farmacologia efficace da affiancare a quella usata fino ad oggi, in una visione realmente integrata della salute dell’Uomo.

Da questo link puoi scaricare il pdf del volume completo, ottava edizione – riveduta ed aggiornata (circa 8 Mb)

 

Scarica le foto dei relatori, scattate in occasione  della conferenza stampa del 03 12 2014 (alta risoluzione, File .zip)

Scarica le foto dei laboratori scientifici GUNA (alta risoluzione, File.zip)

…e le foto dei laboratori scientifici GUNA, in BASSA definizione (File.zip)

 

Un breve video (3’03”) con la sintesi dei contenuti esposti durante la conferenza stampa. (Il video è anche scaricabile da questo link)

 

File audio: Un breve estratto (42″)  delle dichiarazioni – in ordine – del Prof. Lionello Milani, del Prof. Sergio Bernasconi e di Alessandro Perra. (il file audio è scaricabile in formato mp3 da qui)

Ad uso stampa, inoltre, rendiamo disponibile un archivio di immagini della giornata,per eventuali “coperture” di servizi televisivi (Full HD – durata 2′:40″)

Le “coperture” sono scaricabili anche  in formato .rar da qui